Rientrato in Inghilterra nel 1918, dopo la Prima Guerra Mondiale, il polacco Jacques Spreiregen inizia ad importare baschi dalla Francia. Promuovendoli come accessori indispensabili del Dopoguerra, si costruisce un nome nella produzione e nella distribuzione dei baschi, creando KANGOL nel 1938, unendo le parole ‘knitting’, ‘angora’ e ‘wool’. Nel 1954 il basco viene rivisitato, prendendo la forma dell’ormai celebre cappello Kangol a cupola indossato dai Beatles, dalla squadra inglese olimpionica e dalla principessa Diana. Kangol, oltre che sulla moda, ha avuto un forte impatto sul piano culturale, proponendo un approccio nato dalla sintesi di tradizione inglese, hip hop e flair futuristico.
14 prodotti